Il niente.

La stanchezza si accumula, il sonno mi assale. Il piano della veglia e quello del riposo si mischiano in un unica poltiglia senza forma apparente. Non mi ricordo se ti ho visto o se ti ho sognato, e spesso ciò che vedo ho la sensazione di averlo già sognato. Frin-tok. Il meccanismo si incastra, frin-tok, il dente sgrana. Sono a questa fermata da una vita, spero che prima o poi passi il fotutto autobus che tutti aspettiamo con tanta ansia…

Il niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.